Chi Siamo

L’azienda di Francesco Navanzino apre a Caltagirone nella periferia del quartiere dei ceramisti nel 1974; sin dall’inizio, Francesco Navanzino seguirà la linea della tradizionale ceramica calatina, interpretando gli acanti della Regia Scuola Ceramica, riproducendo le terrecotte artistiche d’arredamento dell’800 caltagironese,realizzando manufatti con tecniche a terzo fuoco, F.Navanzino esporterà (attraverso mostre organizzate dalla Regione Siciliana) sin dagli anni ’80 oltre il continente i manufatti dell’azienda dalla quale, usciranno validi collaboratori che oggi hanno impiantato personali aziende non dimenticando gli insegnamenti del loro “caposcuola”.Dagli anni ’90, nell’azienda, si integrerà la famiglia ed oggi oltre a continuare l’aspetto tradizionale, all’interno della struttura, F.Navanzino si occupa anche di restauro ceramico e ceramizzazione della pietra lavica. Oggi, l’azienda è proiettata allo studio degli antichi manufatti caltagironesi e alla ricerca di forme e decori consoni con la contemporaneità.

…in progress……

Sin dal suo esordio nel campo ceramico, F.Navanzino, vuole rivoluzionare la tradizione, vuole essere “moderno”, staccare con il passato ma, dopo i primi tentativi di imporre al mercato le sue creazioni “contemporanee” fatte di maioliche a terzo fuoco e effetti riducenti; impressionato, e le opere lette come figlie delle biennali di Faenza e Caltagirone, Navanzino, si renderà conto che, il mercato locale e il turista che visita a quei tempi la Città esclusivamente per vedere la Scala maiolicata e per acquistare maioliche di ispirazione tradizionale,dovrà quindi rivedere il proprio sistema produttivo; quindi, reduce dalle nozioni acquisite grazie ai suoi “maestri” e acquistando negli anni ottanta i calchi dell’oramai scomparsa fabbrica di terrecotte artistiche Vella, Navanzino, non avrà difficoltà a riprodurre le eleganti maioliche tradizionali barocche caltagironesi e le terrecotte da giardino a riproduzione fedeli dei Vella; da allora nella bottega Navanzino sono visionabili le anfore, i boccioni e i vari piatti murali a foglia d’acanto e arabesco detta volgarmente “ornato”, i bassorilievi e la statuaria sacra ovvero colonne, pouff e vasi artistici in terracotta………..

Powered by LBiT soluzioni informatiche
Ceramiche artistiche di Francesco Navanzino © 2017